Studio Tributario Innocenti
-
-
HOME   SERVIZI   NEWS   CONTATTI   PRIVACY
-
NEWS
-
IMU E TASI PRIMO ACCONTO 2018
04/06/2018, ore 18:08
-
-
PAGAMENTO STIPENDI esclusivamente in modalita' rintracciabile.
04/06/2018, ore 18:10
-
-
Liberi professionisti equiparati alle Imprese per fondi UE-Toscana prima in Italia
29/03/2017, ore 11:03
-
-
Nell'attesa di alternative ai voucher........
22/03/2017, ore 19:07
-
-
Notifica via Pec: Obbligatoria dal 1 luiglio 2017
03/01/2017, ore 12:48
-
-
Modulo adesione rottamazione cartelle esattoriali
23/11/2016, ore 15:36
-
SOSTEGNI ALL'IMPRENDITORIALITA' -
13/03/2015, ore 13:48

START & START

(D.M. MISE 24.9.2014)

A chi si rivolge: a start-up innovative di piccola dimensione già iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese.

Per start-up innovative si intendono le imprese che rispondono a precisi requisiti di legge tra cui:

- società di capitali costituite da non più di 48 mesi;

- che offrono prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;

- con valore della produzione fino a 5 milioni di euro

 

Attività ammesse: Produzione di beni ed erogazione di servizi, che anche alternativamente:

- si caratterizzano per il forte contenuto tecnologico e innovativo

- si qualificano come prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale

- si basano sulla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca).

 

Importo massimo finanziabile: fino a 1,5 milioni di euro a tasso zero, ossia senza interessi, che potrà arrivare fino al

70% dell’investimento totale.

Domanda: dal 16 febbraio 2015 è aperto lo sportello on line sul sito www.smartstart.invitalia.it

________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Sostegno all’imprenditorialità in Garanzia Giovani

www.garanziagiovani.gov.it

 

L’accesso al credito per i soggetti privi di garanzia sarà consentito mediante la creazione di un apposito fondo.

L’eventuale finanziamento non potrà eccedere i 25.000 euro – non sono previste erogazioni a fondo perduto.

I principali attori coinvolti sono : Sistema delle Camere di commercio, Invitalia, servizi per l’autoimpiego e

l’autoimpresa avviati presso i CPI e gli altri servizi competenti al lavoro, Regioni ed Enti locali, con particolare

riguardo per i SUAP (Sportelli Unici delle Attività Produttive) dei Comuni..ecc.

________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Fondo di garanzia per il Microcredito

(www.sviluppoeconomico.gov.it )

Il fondo ha la finalità di finanziare lavoratori autonomi o microimprese rientranti nelle cosiddette fasce deboli ovvero

non in condizione di rivolgersi al sistema creditizio tradizionale per assenza di idonee garanzie.

Si può beneficiare del finanziamento per l’avvio o sviluppo di un’attività di lavoro autonomo organizzata in forma

individuale da meno di cinque anni e con massimo 5 dipendenti, o di microimpresa organizzata in forma di società di

persone, di società a responsabilità limitata semplificata o di società cooperativa titolari di partita IVA da meno di

cinque anni e con massimo 10 dipendenti;

I finanziamenti non sono assistiti da garanzie reali e non possono eccedere il limite di euro

25.000 per ciascun beneficiario.

La concessione di finanziamenti è finalizzata, anche alternativamente:

a) all'acquisto di beni o di servizi strumentali all'attività' svolta;

b) alla retribuzione di nuovi dipendenti o soci lavoratori;

c) al pagamento di corsi di formazione volti ad elevare la qualità professionale e le capacità

tecniche e gestionali del lavoratore autonomo, dell'imprenditore e dei relativi dipendenti;

d) al pagamento di corsi di formazione anche di natura universitaria o post-universitaria

volti ad agevolare l'inserimento nel mercato del lavoro delle persone fisiche beneficiarie del finanziamento.

________________________________________________________________________________________________________________________________

 

INDENNITÀ DIMOBILITÀ ANTICIPATA

 

I lavoratori licenziati che fruiscono dell’indennità di mobilità possono richiedere la corresponsione anticipata

dell’indennità per autofinanziarsi l’inizio un'attività autonoma, imprenditoriale o di associazione in cooperativa.

La domanda va presentata all’INPS – entro 60 dalla data di inizio dell'attività autonoma o dell’associazione in

cooperativa o nei 60 giorni successivi al licenziamento se l’attività è iniziata prima del licenziamento, per il tramite

del Centro per l’Impiego competente per territorio, utilizzando l’apposito modello Domanda di anticipazione

dell’indennità di mobilità – Modello DS21/ANT Codice SR24 – allegando la documentazione richiesta.

L’anticipazione, esemplificativamente, può essere concessa per l’avvio di attività di artigiano,commerciante, agente e

rappresentante di commercio o mediatore, libero professionista, socio di cooperativa.

________________________________________________________________________________________________________________________________

INDENNITÀ DI ASPI ANTICIPATA

 

I lavoratori licenziati che fruiscono dell’indennità di ASpI possono richiedere la corresponsione anticipata

dell’indennità per autofinanziarsi l’inizio un'attività di lavoro autonomo, un’attività̀ di auto impresa o di micro

impresa o associarsi in cooperativa in conformità̀ alla normativa vigente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
-
Tutti i diritti riservati - P. IVA: 01447430487 Home Page | Servizi offerti | News | Contatti | Privacy